Giunto alla sesta edizione, il Festival Teatro e Musica conferma anche quest’anno la sua presenza sul territorio dal 14 al 31 agosto 2020.

In questo momento il primo desiderio dell’offerta culturale è riaprire le occasioni di incontro tra le persone, rimettendo in moto quella comunicazione che tanto ci è mancata, nel rispetto delle regole dovute, spiega Caterina Casini direttrice artistica della manifestazione.

Ed è seguendo questa linea che il Festival, promosso da Laboratori Permanenti, conferma le sue tradizionali location nella città di Sansepolcro e nella Valtiberina, collaborando con i comuni vicini e con altre iniziative precisando le proprie radici territoriali e continuando ad aprirsi ad artisti provenienti da tutta Italia.

Un ampio raggio d’azione, che realizza nel nome della cultura e dello spettacolo quell’unione dei comuni che fa parte dell’identità di Laboratori Permanenti.

Questa edizione vede numerose collaborazioni con i comuni vicini e con altre iniziative della Valtiberina, a Sestino, ad Anghiari presso il Castello di Sorci, a Pieve Santo Stefano e col progetto di vallata “Chiostri Acustici”; dopo il successo dello scorso anno, si rinnova la collaborazione con il Festival delle Nazioni di Città di Castello con la coproduzione di uno spettacolo di teatro musicale Realtà, sogno e delirio nella letteratura russa:  un progetto artistico basato su testi di vari autori russi.

Fondamentali le collaborazioni con le Associazioni del territorio

La sesta edizione del Festival, mira sempre a mantenere viva la connessione tra Teatro e Musica, coinvolgendo artisti di calibro nazionale, giovani interpreti e puntando sempre alle collaborazioni con le Associazioni del territorio e i comuni limitrofi, proponendo una programmazione ricca e variegata nel pieno rispetto delle norme vigenti anti Covid. 

La scelta degli spettacoli si è concentrata sempre sul connubio tra arte del Teatro e Musica, che in scena creano una dimensione capace di donare momenti di piacere di ascolto e divertimento, e sempre più siamo convinti che la sperimentazione contemporanea delle due discipline, in realtà di antichissima radice, sia capace di dare al Pubblico prospettive preziose.

E non mancheranno le reali bellissime prospettive dei chiostri delle piazze e dei giardini che ospiteranno gli spettacoli a ridare respiro alle serate: il Festival, tutto all’aperto, permetterà a tutti di risentire l’energia dei nostri luoghi e di viverli insieme, Pubblico e Artisti.

PROGRAMMA

14 AGOSTO ORE 21.00
Sestino, Anfiteatro

DESCONOCIDO
Compagnia Teatro Umano  
autori Richard Martinez e Caroline Montes
regia, scene, costumi, suono Richard Martinez, Davide La Fauci, Caroline Montes, Omar Pelosi
interpreti Richard Martinez, Davide La Fauci, Caroline Montes 

Una commedia divertente in maschera contemporanea, scritta in forma di canovaccio, ambientata ai tempi “dell’influenza spagnola”, arricchita con effetti sonori e musiche. L’impronta ironica delle scene e le numerose caricature, ben si conciliano con la drammaticità̀ del contesto storico: si racconta un drammatico capitolo della storia umana mai come adesso attuale, attraverso l’ironia e la leggerezza delle maschere.

 

19 AGOSTO ORE 21.15
Pieve Santo Stefano, Piazza della Collegiata

BAR MOMENTS
Compagnia Teatro Umano

produzione Laboratori Permanenti
autore Richard Martinez
interpreti Richard Martinez, Davide la Fauci, Caroline Montes
scene, costumi, suoni Richard Martinez, Davide la Fauci, Caroline Montes, Omar Pelosi

regia Richard Martinez

In un bar di provincia, alle porte del 1940, si svolge la vita modesta e monotona di Lila, proprietaria del bar, di sua figlia e di altri cinque ordinari avventori. I personaggi si incontrano e scontrano, mostrano le loro contraddizioni e ci ricordano quanto sia labile il confine tra passato e presente. Il ripetersi quasi disarmante degli errori del passato, dei corsi e dei ricorsi storici, è raccontato per mezzo di una commedia leggera, divertente, a volte tagliente, che spinge alla riflessione, in maschera contemporanea.
La creazione delle maschere e lo studio accurato dell’espressione del linguaggio non verbale offrono un’eccellente definizione del concetto di teatro universale e di come l’arte possa trascendere il linguaggio e la nazionalità, emozionando.

 

20 AGOSTO ORE 21.00
Sansepolcro, Chiostro di Santa Chiara

LO STILE ITALIANO NELLA MUSICA BAROCCA

 in collaborazione con ChiostriAcustici, Conservatorio di Musica di Perugia Francesco Morlacchi, Centro Studi Musicali Valtiberina

Ensemble del Conservatorio di Musica di Perugia

soprano Lisa Pietrini  | contralto Giulia Maccabei
violini I Margherita Tamburi, Ylenia Marcucci
violini II Sofia Bejenari, Matilde Giorgis
viola Madalina Teodorescu  violoncello Tommaso Bruschi  contrabbasso Lucio Esposito

Direttore M° Salvatore Dell’Atti

Il fil rouge che unisce le composizioni in programma è costituito da un insieme di caratteristiche formali e strutturali, presenti nelle varie corti europee del XVIII secolo, riconosciute come “stile italiano“.

Programma:   
T. Albinoni Sinfonia in sol maggiore Allegro – Adagio – Allegro
F. Haendel da Rinaldo
Cara Sposa
Lascia che ‘ io pianga.
A. Vivaldi da Il Giustino Vedrò con mio diletto Concerto per archi e basso continuo in sol minore RV 157 Allegro – largo – Allegro
B. Pergolesi da La serva padrona Stizzoso mio stizzoso
A. Vivaldi Concerto in sol maggiore “alla rustica Presto – Adagio – Allegro

 

23 AGOSTO ORE 21.15
Sansepolcro, Giardino del Teatro Alla Misericordia

ACQUA CHE VIAGGIA
Compagnia Arti e Mestieri

con Paolo Mutti e Filippo Fossa
e con Nicola Milan alla fisarmonica di Leonardo
testo e regia di Bruna Braidotti
ricerche storiche Giulio Ferretti

Due narratori si cimentano nel racconto dell’approccio di Leonardo alla conoscenza, frutto dell’esperienza e dell’osservazione della natura. Oggetto dello spettacolo è l’acqua nei suoi diversi moti. Il genio rinascimentale dedicò all’acqua diversi studi e progetti; i narratori, prendendo spunto da questi, percorrono con la fantasia le vie d’acqua interne del nostro paese, quelle veramente esistite e quelle solo progettate e immaginate. Seguendo in modo spassoso questi itinerari acquatici il pubblico viene coinvolto nel metodo di studio di Leonardo da Vinci. Accompagnano lo spettacolo le note rinascimentali di una fisarmonica ricostruita dai disegni dello stesso Leonardo, che per primo inventò la tastiera verticale e che fu precursore della fisarmonica attuale.

 

24 AGOSTO DALLE ORE 18.00
Sansepolcro, Giardini di Piero

LA PAGINA PIÙ BELLA DEL MONDO
reading aperto al pubblico
in collaborazione con Libreria del Frattempo

La Pagina più bella del mondo torna all’aperto per creare momenti di aggregazione e scambio. Il pubblico diventa protagonista: tutti possono partecipare, sarà un momento per ritrovarci e per promuovere diversi generi letterari, autori moderni e classici di tutto il Mondo.
Grandi e piccini insieme per leggere alcune delle pagine più belle del proprio libro preferito.
Ore 18.00 leggono i bambini | Ore 19.00 leggono gli adulti

 

25 AGOSTO ORE 20.30
Anghiari, Castello di Sorci

INCONTRI CON LA MUSICA – “LA VEDOVA ALLEGRA”

in collaborazione con Amici della Musica

introduzione Paolo Fiorucci Fisarmonica
narrazione di Michele Casini

possibilità cena alla Locanda
cena+spettacolo 27 euro (con prenotazione)

Una serata all’aperto dove è possibile godere anche della cena presso la Locanda del Castello; un momento culturale circondati dalla natura in cui seguire i racconti di Michele Casini su La vedova allegra di Franz Lehár. La serata è aperta dalla fisarmonica di Paolo Fiorucci, i racconti accompagnati da spezzoni filmati tratti da celebri allestimenti dell’opera presentati nei maggiori teatri lirici del mondo.

 

26 AGOSTO ORE 21.15
Sansepolcro, Giardino del Teatro Alla Misericordia

GIANNINO STOPPANI IN ARTE BURRASCA
Associazione Settimo Cielo

scritto e diretto da Giacomo Sette | con Gloria Sapio e Maurizio Repetto musiche di Andrea Cauduro  |  scene di Marco Malerbaluci e video Fabio Romano Marianelli |  figurine Gloria Sapio | videomapping Maurizio Repetto |  disegni Giacomo Sette

Lo spettacolo racconta le vicende di Giannino Stoppani in Arte Burrasca, un bambino di dieci anni nella Toscana di fine ‘800, ispirato in parte alla figura di Gianburrasca. Giannino è un bambino vivace, creativo e intelligente: la sua vitalità e sincerità smascherano spesso l’ipocrisia e l’arroganza che governano il mondo degli adulti. Quella di Giannino è una storia di riscatto, di crescita e formazione. Lo spettacolo è caratterizzato dall’uso di diversi linguaggi artistici: il teatro d’ombre, la narrazione e i dialoghi sono mischiati a brani cantati principalmente rap, sono presenti, inoltre, musiche originali che rielaborano melodie d’epoca in chiave contemporanea, videomapping e clownerie.

 

DAL 27 AL 30 AGOSTO DALLE 15.30 ALLE 18.00

Sansepolcro, Teatro Alla Misericordia
C’ERA UNA VOLTA UN’OMBRA
laboratorio di narrazione e teatro d’ombre per bambini dai 6 agli 11 anni
a cura di Gloria Sapio di Associazione Settimo Cielo

Il laboratorio si basa sull’idea di costruire una storia collettiva e originale partendo dalle speculazioni immaginative dei bambini. In questo volo fantastico, verrà in aiuto il teatro d’ombre e le infinite possibilità rappresentative che gli corrispondono. I bambini impareranno a costruire una struttura narrativa, parallelamente la loro manualità sarà stimolata attraverso il lavoro di costruzione delle ombre.
L’ultimo giorno di laboratorio i bambini daranno vita in prima persona alla loro creazione.

 

28 AGOSTO ORE 21.00 e ORE 22.30
Sansepolcro, giardino Teatro Alla Misericordia

Prima Nazionale
coproduzione Laboratori Permanenti – Festival delle Nazioni
REALTÀ SOGNO E DELIRIO NELLA LETTERATURA RUSSA

Testi di Majakovskij, Charms, Višneveckaja, Tarkovskij, Sluckij, Cechov, Kušner, Puškin, Cvetaeva, Teffi
A cura di Caterina Casini con la collaborazione di Marilena Rea

Caterina Casini voce recitante
Federico Pacifici voce recitante

Paolo Vaccari flauto, Margherita Sanchini clarinetto, Catherine Bruni violoncello

Musiche di Daniele FurlatiPrima esecuzione assoluta, Commissione Festival delle Nazioni

Un viaggio affascinante nel mondo russo attraverso i suoi artisti, dove la prospettiva parte dall’infinito particolare e si allarga alla grande Storia. Fluttuando tra folklore e follia, la realtà si manifesta attraverso l’invenzione di mondi paralleli; ed è lì che bisogna scovarla, tra una risata aspra e una memoria romantica e lontana, tra la durezza dell’irruzione in un interno e le stelle di Majakovskij, che sempre brillano, altissime, nel cielo. Le parole danzano con la musica viva e piena di rimandi di Daniele Furlati, e il concerto si apre alle voci dei musicisti e degli attori, interpreti di un’unica storia.

 

29 AGOSTO ORE 18.30 e ORE 21.15 
Sansepolcro, Auditorium di Santa Chiara

Compagnia Officina Dinamo/Tiberio Fiorilli
QUARTETT
di Heiner Müller
regia di Alessandro Marmorini
con Cristina Galotta, Roberto Negri
(spettacolo adatto a un pubblico dai 14 anni in su)

La sfida di questo progetto è quella di rendere all’opera di Müller l’azione drammatica e teatrale che il suo autore auspicava. Quartett può essere visto come il selvaggio ring dove due amanti perduti e annoiati possono evocare le loro più perverse fantasie in un cruento gioco di ruolo dove entrambe le individualità tentano di sopraffarsi.

 

30 AGOSTO ORE 19.00
Sansepolcro, Teatro Alla Misericordia

azione finale del laboratorio per bambini
C’ERA UNA VOLTA UN’OMBRA
a cura di Gloria Sapio di Associazione Settimo Cielo

 

31 AGOSTO ORE 21.15
Sansepolcro, giardino Teatro Alla Misericordia

CHE COS’È LA LIBERTÀ
video realizzato dagli allievi della Scuola Comunale di Teatro di Sansepolcro a conclusione dell’anno accademico 2019/20.
Consegna dei diplomi agli allievi

 

Si ringrazia per la preziosa collaborazione CdCinema

 

Info e Prenotazioni
379 1253567
laboratoripermanenti.promotion@gmail.com