odis

ODISSEA

con Ivana Monti, Caterina Casini
Sasha Vulicevic, Chiara Condrò, Alessandro De Feo,
Norman Mozzato, Andrea Gimbo, Laurence Rizk
musiche di Anatol Tah T., Sonia Maurer
direzione artistica e regia di Caterina Casini

 

 

 

In una formula allargata alle diverse lingue del Mediterraneo dove prende risalto la coralità della lettura come tensione primaria della rappresentazione, la nostra Odissea mostra le sue potenzialità sonore e linguistiche.

 

La musicalità metropolitana che qui scopriamo nella sua valenza poetica più alta grazie a Omero, permette al pubblico di vivere azioni e immagini attraverso il continuo mutare delle emozioni dei protagonisti.

 

Un racconto “live” che narra la vita degli uomini e delle donne in modo assolutamente moderno e vicino alla nostra epoca, pur essendo antichissimo.

 

Il parallelo tra l’antico racconto e l’odissea contemporanea che molti vivono migrando verso l’Europa, ci ha portato alla decisione di interpretare il poema in lingua italiana, in lingua croata, greca e araba, accostandolo a canzoni africane e musiche di Leo Brouwer.

 

E la ricerca linguistica intorno agli anni Trenta ci ha confortati della nostra  scelta interpretativa, poiché gli studiosi hanno riconosciuto nell’Odissea la tecnica dei formulari, cioè la ripetizione di concetti che caratterizzano il soggetto a cui si riferiscono tipica dei narratori slavi, rendendo plausibile la tesi che il bacino del Mediterraneo sia ampiamente coinvolto nel viaggio di Ulisse.

 

La rappresentazione affronta alcuni tra i brani più significativi dell’opera:

Libro II – La Telemachia

Libro V – La zattera di Ulisse

Libro VI – L’incontro con Nausicaa

 

Lo spettacolo è nato grazie alla ricerca che abbiamo portato avanti come percorso pedagogico e successivamente come percorso artistico sull’Odissea. Dal 2009, infatti, attraverso il Laboratorio di lettura e interpretazione sull’Odissea, svolto a Roma in collaborazione con il Circolo Gianni Bosio, abbiamo iniziato ad approfondire e sviluppare alcuni Libri dell’Opera scoprendo nel testo la capacità di far emergere nel lettore storie personali legate all’esperienze del Raccontare e affini per contenuti ai grandi temi dell’Odissea come il viaggio, l’accoglienza, il ritorno. In una fase successiva questo lavoro

è stato trasformato in evento spettacolare, grazie anche all’incontro con personalità di altre culture che hanno apportato il loro sapere. È nato così lo spettacolo “Odissea, letture in musica in quattro lingue”, presentato a Roma a febbraio 2010 al Caffè Letterario e ad aprile alla Casa della Memoria e della Storia, poi portato ad Artimino (FI) con la partecipazione di Ivana Monti all’interno dell’iniziativa ARCHEOLOGIA NARRANTE promosso dai Musei Archeologici di Firenze e da Fondazione Toscana Spettacolo nell’estate, e al Festival della Letteratura di Viaggio a Villa Celimontana sempre a Roma.