12 Set cedesi macelleria in cambio di giardino

dal 10 al 13 settembre al Teatro Villa Pamphilj

aperti al pubblico gli ultimi giorni di residenza degli artisti che lavorano nel Teatro di Villa Pamphilj alla costruzione dello spettacolo “Cedesi macelleria in cambio di giardino”, testo di Caterina Casini, interpretato da Chiara Condrò e Stefano Skalkotos con la regia di Cateria Casini.

Questo testo mette in scena il dialogo tra due conviventi, Marta e Vittorio, senza figli, quarantenni, una coppia che entra in collisione: lui torna a casa all’ora di cena e lei gli annuncia, non senza difficoltà, in maniera improvvisa e traumatica, che sta per partire con un’organizzazione per gli aiuti umanitari verso un fronte di guerra contemporaneo, dove i medici in prima linea operano incessantemente. 

          Si aprono le divergenze, il dialogo tra Marta e Vittorio si fa più profondo e i temi personali ritornano all’ampiezza di temi universali nella ricerca di una conciliazione.

          Marta e Vittorio si affrontano, si scorticano, cercano la verità del rapporto e la verità delle loro esistenze, cercano una prospettiva, in un gioco crudele e a un tempo amorevole, che però non sospende lo scontro.

Sono in piedi, all’attacco, piegati, cercano il cielo e poi sono in caduta libera verso un’involontaria ironia.

Il linguaggio quotidiano a un tratto s’accende e si capovolge in metafora.”

Lo spettacolo parla di conflitti intimi e epocali , della ripercussione del clima internazionale sul quotidiano delle persone.

Sono in atto contatti con Medici senza Frontiere.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.